Scorze di arancia candite

Scorze di arancia candite

Mi dispiace pubblicare questa ricetta in ritardo, poiché ci troviamo in uno stato avanzato della produzione delle arance ma quelle buone, quelle siciliane e non trattate, le nostre.
Mia nonna, che collaborava nel laboratorio di pasticceria della buonanima di mio nonno, una volta mi disse che la maggior parte dei canditi di arancia che si possono acquistare nelle grandi distribuzioni non sempre sono scorze d’arance, e mi disse: “Facci caso, gusto a parte, nelle scorze vere il colore della superficie è diverso e nettamente separato da quello del bianco, cosa che non riescono a riprodurre bene”, non sono paragonabili con le scorze candide fatte in casa o in un laboratorio artigianale di un bar, con vere scorze delle nostre arance siciliane. Ecco un procedimento facile per preparare a casa nostra le scorze di arance candite.
Ingredienti:  Arance e Zucchero semolato;
Innanzitutto, se non sono le “NOSTRE ARANCE”, accertarsi che non siano state trattate;
Procedimento:
Lavare per bene le arance in acqua corrente e sbucciarle in modo da ricavarne delle scorze le più larghe possibili e meno callose possibili senza romperle.
Mettere le scorze in una pentola e coprirle di acqua fredda, accendere il gas e portarle in ebollizione per una decina di minuti, dopodiché scolarle per bene.  Assaggiare un po’ di scorza e se questa è ancora molto amara, ripetere l’ebollizione.
Dopo avere scolato e asciugato per bene le scorze, è necessario pesarle prima di passare alla fase successiva.
1. Mettere in un tegame zucchero semolato pari al peso delle scorze, con una ventina di grammi di acqua per ogni etto di zucchero.
2. Portare ad ebollizione lo sciroppo di zucchero e versarvi le scorze, rigirandole finché non ci sarà più zucchero liquido nel tegame.
3. Nel frattempo versare dello zucchero semolato in un piatto.
4. Passare le scorze nel piatto dello zucchero, dividendole e rigirandole per bene, poi adagiarle su di una carta-forno in modo che non si attacchino fra loro.
5. Quando saranno raffreddate si possono mettere in un barattolo ben chiuso.
6. Riuscendo a resistere, sarebbe meglio farle riposare un paio di settimane affinché maturino.
7. Le scorze candite si conservano per um lungo periodo.
Infine, si possono usare come ingrediente di base per impreziosire torte, pani dolci, gelati e molte altre preparazioni dolci.
E pensare  che in genere le scorze le buttiamo nella spazzatura!