Puntualmente, la natura ci fa godere lo spettacolo inebriante dell’arancio in fiore.

Quest’anno, la varietà moro è stata più precoce delle altre in termini di fioritura, è un vero spettacolo della natura vedere gli alberi d’arancio profumati e vestiti a festa.

Questo fiore d’agrume

zagara_moro_buonvicino

chiamato zagara parola che deriva dai termini arabi “ zahara” (“splendere, sfavillare di bianco”) e zahr (“fiore”) o fiore d’arancio;

Spunta dalle nostre parti da Marzo fino a Maggio, nelle prime ore del  mattino, quando ancora l’aria è fresca, se ci si trova nei pressi di qualche albero di  arancio o si percorre una  strada che fiancheggia un agrumeto si avverte un profumo dolce, morbido, inebriante, sublime, che dalle narici penetra dentro e si diffonde in tutto il corpo, facendo provare una strana sensazione di godimento, di leggerezza e soavità,  percezione che solo in un ambiente paradisiaco si può provare.

Questi fiori

zagara_moro_scalpello_1

vengono spesso utilizzati per tradizione per la composizione del bouquet di nozze: ed è questo il motivo per cui vengono chiamati oltre a zagara anche fiori d’arancio, è un fiore stupendo. I suoi cinque petali, morbidi, delicati, densi, dal color bianco cerato e immacolato,  formano una corolla a forma di stella al cui centro si ergono gli stami affiancati l’un l’altro come soldati schierati in una forma circolare, quasi a voler difendere il pistillo racchiuso al centro. L’ordine circolare degli stami forma una  corona allungata, quasi reale, merlata dalle antere vestite di giallo polline, che posti in cima sono quasi in equilibrio.

zagara_moro_scalpello
Se chi legge dovesse trovarsi dalle nostre parti, saremmo ben lieti accogliere e far godere questo miracolo che la natura puntualmente ci dona.

Fino al 07/03/2011

 n. 1 cassa kg 30 arance varietà MORO per spremuta 

cal_160

Il calibro 160 è in assoluto la migliore arancia per spremute; In termine di succo è il più consistente proprio per le sue dimensioni, riuscendo a produrre lo stesso succo delle arance più grandi. Il suo peso si aggira tra i 105 e i 130 grammi, solo con tre piccole arance si ottiene una abbondante spremuta di quasi 150ml. Una pianta di moro non trattata e quindi coltivata senza uso di fertilizzanti, produce mediamente il 25 % circa del proprio frutto del calibro 160. Da qualche anno le dimensioni hanno avuto un incremento, se si osserva a fianco, prima le dimensioni Italia del cal 160/categoria 10 erano da cm. 4,40 a cm. 4,80, mentre oggi le dimensioni del cal. 160/cat 10 sono da cm. 5,8 a cm. 6,8 questo significa che tutti frutti ricadenti all’interno di queste ultime misure sono cal 160/cat 10. la differenza tra il frutto più piccolo e quello più grosso in uno stesso imballaggio non deve superare i 7mm.

a solo € 22,50 anziché € 28,90  

eccezionale a  € 0,26 al kg anziché € 0,50