Consiglio per la conservazione

sanguinello_2  

Naveline

Moro

Tarocco

Sanguinello

Ovale

Limone

Nota informativa;

Innanzitutto ribadiamo: La coltivazione dei nostri aranceti viene effettuata così come fu introdotta in Sicilia dagli Arabi durante la loro dominazione, senza uso di alcun fertilizzante, diserbante e pesticida;


Rinvenire qualche arancia andata a male all’interno dell’imballaggio che utilizziamo per la spedizione, è un fatto fisiologico, che ci è impossibile prevedere per il seguente motivo: Al fine di garantire la freschezza e la genuinità dei nostri agrumi, sono state ingabbiate subito dopo la raccolta, e ciò ci rende difficile sia intercettare qualche arancia che nel corso della raccolta in modo invisibile rimane ferita, e sia rilevare in modo particolare per la varietà Naveline i morsi da mosca, anche in questo caso ci rende quasi impossibile intercettare immediatamente subito dopo la raccolta se il frutto è stato colpito, che purtroppo, al fine di garantire la genuinità di questa particolare varietà, utilizziamo solo esche adesive e trappole, anziché pesticidi per allontanarle dai frutti.

Anche riscontrare un lieve calo peso è un fatto fisiologico.

 

Le nostre arance non hanno nulla in comune con quelle che normalmente si trovano nei grandi magazzini e sui banchi dei mercati, ove sono belle pulite e lucide, e già solo questo la dice lunga sulla loro freschezza e genuinità.

Basta pensare che, sia il piccolo rivenditore e sia la gran distribuzione richiedono che le arance si possano mantenere il più a lungo possibile e questo per loro è più che legittimo, perciò quelle arance sono trattate, magari con percentuali basse di cera e d’antimarcio; In ogni caso, resta il dubbio sulla provenienza, freschezza e maturazione incerta.

Il gusto delle nostre arance, da noi coltivate in zone vocate come c.da Scalpello e Bonvicino non è paragonabile con quello delle altre arance della medesima varietà;

Con le nostre arance, non vi è il rischio di sbucciarne qualcuna e trovarsi a mangiare un’arancia non commestibile, perché già all’apparenza parla da se, presentandosi con muffa e quindi si butta.

Conservazione:

Consigliamo che non appena viene recapitata la scatola con le arance, di rimuoverle al più presto dall’imballaggio utilizzato per il trasporto e stiparle in un contenitore arieggiato, in questo modo si rallenta di molto la maturazione e le arance si mantengono bene per oltre due settimane.

Se poi si avesse la possibilità di stiparle in frigo attenendosi alla tabella sopra riprodotta durano mesi.

Infine, se il prodotto con andare avanti nei giorni, dovesse afflosciarsi, non c’è da preoccuparsi, basta bagnare l’arancia sotto il rubinetto e ritornerà bella dura, cosa che con le nostre arance è possibile fare, mentre con le altre pensiamo proprio di No !